More

    spunta la carta vincente anche per l’Italia?


    Le elezioni che si sono svolte in Francia ci danno alcuni segnali notevoli, direi positivi. Segnali che non debbono essere trascurati e che debbono essere oggetto di una riflessione filosofica-politica. Benché Macron fosse sostenuto dal poter liberal-finanziario, egli uomo prodotto in vitro da Rothschild, non ha fatto ottenuto la vittoria assoluta come l’ordine neoliberale sperava.

    Da un certo punto di vista si potrebbe intendere quella di Macron come una sconfitta e ciò alla luce delle aspettative e del dispiegamento immenso e inaudito da parte dell’intero apparato di potere. L’intero establishment stava con Macron, banchiere garante della plutocrazia neoliberale, nemico giurato dei populismi e dei sovranismi, della sovranità popolare che rappresenta la base della democrazia.

    Si tratta di un segnale forte, questo è il punto relativo delle elezioni di Francia. Il sistema neoliberale principia ora a rilevare le proprie crepe per quel che riguarda la questione dell’economia e del lavoro, ma poi anche, in misura non minore, la gestione della guerra affianco dell’imperialismo senz’anima del dollaro.

    Prova ne è, anche qui da noi, che il clero giornalistico regolare e il clero intellettuale secolare…

    ALSO READ  Who is Ryker Webb? 4 Year Old Boy Found in the Montana wilderness.

    Recent Articles

    Related Stories

    Leave A Reply

    Please enter your comment!
    Please enter your name here

    Stay on op - Ge the daily news in your inbox