More

    Caro Giggino ti scrivo. Le lettere (quasi) d’addio di chi rimane nel M5s


    La scissione è consumata. C’è chi se ne va con Luigi Di Maio e chi resta nel Movimento 5 stelle e saluta il vecchio leader di partito. Senza strappi, perché è sempre meglio lasciarsi la porta aperta

    “Quindi ti scindi? Sì ma niente di serio”. Potrebbero essere riassunte parafrasando la celebre battuta di Tre uomini e una gamba, le surreali lettere di addio che sono arrivate a Luigi Di Maio da chi è rimasto nel Movimento 5 stelle in questi giorni. Più che un addio un arrivederci. Anche perché è sempre meglio lasciare la porta aperta anziché sbatterla in faccia all’ex compagno di partito e nuovo leader di “Insieme per il futuro”. Metti che alla prossima legislatura non puoi essere ricandidato perché hai finito i mandati o che iPiF superi il Movimento nei sondaggi.

     

    Chiara Appendino, ex sindaca di Torino, nella lettera di “addivederci”, pubblicata su tutti i social, saluta il ministro degli Esteri con queste parole, piene di tormento: “Luigi Di Maio e diversi parlamentari hanno fatto una scelta che non condivido assolutamente, ma che non cancella quanto fatto e vissuto insieme in questi anni. Che nel bene e nel male ci ha portato a essere ciò che siamo”. Cosa sono oggi i reduci del M5s non è chiarissimo, ciò che è chiaro è…

    ALSO READ  Who Is Rapper 22Gz? Brooklyn Drill Rapper 22Gz Arrested in NYC on Attempted Murder Charges

    Recent Articles

    Related Stories

    Leave A Reply

    Please enter your comment!
    Please enter your name here

    Stay on op - Ge the daily news in your inbox