More

    Come non affogare il riformismo nelle beghe delle candidature

    Scrivo queste note senza sapere con certezza come si è conclusa la riunione delle Direzione nazionale del Pd sulle proposte di candidature della segreteria. E parto da una osservazione di metodo. Se un partito è ancora un partito tradizionale, con la sua tipica struttura “democratica” su base territoriale (circoli, organi provinciali e regionali), dovrebbe esistere un metodo comunemente accettato che gli consenta di scegliere le candidature quando incombono elezioni e si tratta di affermare una chiara linea politica. Non sempre e non necessariamente i candidati che emergono nelle, e sono sostenuti dalle, strutture territoriali sono quelli più adatti a esprimere questa linea. E, stante la diversa forza del partito in diversi contesti territoriali (le regioni ex rosse, i grandi centri urbani), il fenomeno dei “paracadutati” – candidati della direzione nazionale che tolgono il posto ad alcuni di quelli sostenuti dalle strutture locali – si pone inevitabilmente. Ma in proposito dovrebbero essere condivise regole certe, che pongano un limite alla discrezione della direzione nazionale e alla linea politica che questa intende far prevalere.

    ALSO READ  Reddit: Bubzbeauty’s Husband, Tim, Cheating Photos with Another Woman Ended Their Relationship

    Recent Articles

    Related Stories

    Leave A Reply

    Please enter your comment!
    Please enter your name here

    Stay on op - Ge the daily news in your inbox